Workshop – Field Recording

 

Sabato 6 e Domenica 7 Aprile 2019

Ex Ospedale Psichiatrico di Quarto, Genova
Via Giovanni Maggio 4, 16147

Coordinatore: Rinaldo Marti

CODE WAR presenta il primo workshop dedicato all’ex ospedale psichiatrico e al suo paesaggio sonoro, un laboratorio su ecologia, cattura e riproduzione elaborata.

HPSCANNER7172 copia.jpg

Si forniscono gli strumenti di base per l’auscultazione, la cattura e la riproduzione elaborata di elementi caratterizzanti il paesaggio sonoro in genere, prendendo a modello quello interno ed esterno l’ex ospedale psichiatrico di Quarto, Genova.

Sono previste una breve performance alla fine del workshop e un’installazione sonora prodotta con i materiali raccolti, che verrà esposta durante il prossimo CODE WAR.

Il programma si articolerà in 4 principali attività:

– introduzione generale (teoria con ascolti)
– auscultazione e cattura (pratica)
– elaborazione al PC per la selezione e l’ottimizzazione del materiale acquisito (laboratorio)
– breve performance finale (pratica).

 

• DESTINATARI •
Musicisti, art performer, studenti di istituti musicali e artistici, musicisti elettronici e interessati alla realtà aumentata dell’ascolto immersivo.

• PROGRAMMA •
GIORNO 1Sabato 6 Aprile 2019 [15:00-18:30]
Principi di Acustica e Psicoacustica; il suono digitalizzato e le sue proprietà; field recording e soundscapes con esempi; elementi di ecologia e le tipologie di suono secondo R. Murray Schafer; il potenziale espressivo del suono in relazione a strutture musicali, tra natura gestuale e tessiturale, tra origine naturale e artificiale; tipologie di microfoni e tecnologie impiegate (registratori, PC, smartphones, ecc…); prove di ascolto con i differenti microfoni messi a disposizione e assegnazione dei dispositivi per le prime vere e proprie catture.

GIORNO 2Domenica 7 Aprile 2019 [15:00-18:30]
Parziale ripresa di alcuni elementi teorici; catture negli ambienti interni ed esterni il complesso; ascolto ed analisi guidata degli eventi catturati per il loro possibile utilizzo a fini espressivi; esempi di ottimizzazione degli stessi attraverso tecniche di editing audio più frequenti; breve performance di chiusura.

• STRUMENTI RICHIESTI •
PC, cuffie, eventuali recorder personali.

• STRUMENTI MESSI A DISPOSIZIONE •
Microfoni Rode NTG3 (mono), Telinga DAT (stereo), Line Audio QM12i (surround); n° 2 registratori digitali multitraccia: Zoom H4n e Tascam dr-680 mk II; n° 2 paia di cuffie Sennheiser HD 280.

Per la proiezione in performance:

Set di diffusione multicanale costituito da diffusori, mixer, convertitore AD/DA, computer; n°2 tablet quali superfici di controllo OSC via wifi, tastiera midi, microfoni e altro. Software impiegati: Max/MSP, Lemur, altri. Per l’evento sono compresi gli smartphones di alcuni partecipanti con applicazioni di controllo open source che verranno indicate e fatte installare sugli stessi nel corso del WS.

• DOCENTE •
Genovese del ’59, Rinaldo Marti è diplomato in Contrabbasso e Musica Elettronica. Affascinato dai corti sperimentali dell’epoca del muto, ne realizza il sonoro con musiche elettroacustiche che vengono selezionate e proiettate in edizioni passate del 4FilmFestival di Bolzano, sezione “Rimusicazioni”: “Musica per LE RETOUR A’ LA RAISON” di Man Ray nel 2006, pubblicato in Germania su DVD (Staub und Kratzer, Local shop, 2008).

Vince il Premio Harlock a due edizioni di Rimusicazioni: nel 2010 con “Musica per COMBAT DE BOXE” del regista C. Dekeukeleire e nel 2012 con “Musica per VISIONS DE LOURDES” dello stesso regista, pubblicato su DVD (produzione Harlock/Cineforum Bolzano, 2014).

E’ in finale al “Premio delle Arti 2011”, sezione Musica Elettronica. E’ ideatore, co-fondatore e fonico del Quintetto EthnoGenova, una formazione di canto popolare genovese di Trallalero, di cui cura l’amplificazione in surround. E’ accanito field-recordist e ama l’ascolto immersivo come attività spirituale. Promuove l’uso delle tecnologie elettroniche nella didattica della Musica al fine di stimolare la creatività nei discenti nativi digitali, anche in collaborazione con enti della città in cui lavora (Teatro Altrove, Museo d’Arte contemporanea Villa Croce, Centro Civico Buranello).

• ISCRIZIONI E COSTI •
Il costo del workshop è una donazione forfettaria di 25 euro a persona, comprensivo di entrambe le giornate del laboratorio.

È anche possibile partecipare come uditore con una donazione di 10 euro. Il numero di posti è limitato. Per le iscrizioni contattare la mail codewarproject@gmail.com.

 

DDDD.png

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...