About

_MG_5090 2

Chi, come i creatori di CODE WAR, è venuto al mondo durante gli anni ’90, fa parte della prima generazione che è nata e cresciuta in una società interconnessa, allattata dall’uso compulsivo del web, social media, video games e computer multimedia.
Al contrario dell’era dei Mass-Media, dove giornale, telegrafo, radio e televisione erano i canali principali della diffusione di informazioni, gli ultimi due decenni di crescita tecnologica hanno aperto le porte a un uso massivo della comunicazione globale, rendendo gli individui capaci di avere una posizione indipendente nel campo della condivisione virtuale. Siamo stati continuamente esposti al potere dei media e della pubblicità, bombardati da suoni elettronici e informazioni digitali.

La nostra esperienza di vita virtuale-artificiale ci fa guardare al passato con nostalgia, considerando i Mass-Media come i geni cibernetici che con violenza hanno forgiato le nostre menti e la nostra creatività, creando una forte contraddizione tra le paure che fomentano in noi e il disperato bisogno che abbiamo di essi: questo senso di “devozione ancestrale” ci spinge ad esprimerci attraverso la tecnologia, definendo nuove forme di arte e intrattenimento sociale.

Questo scontro crea quindi uno scenario controverso e affascinante tutto da esplorare. CODE WAR è un epicentro, che riflette tutto questo invisibile in qualcosa di tangibile.

CODE WAR nasce da una necessità condivisa. Siamo un’organizzazione che offre performances con profonda retorica e approccio critico riguardanti la nostra vita nell’era dei Nuovi Media. Sosteniamo talenti in crescita che vogliono dedicare parte della loro giovane vita a esprimere la nostra cultura tramite l’arte.

Il nostro è un territorio difficile. L’assenza di stimoli e la conseguente carenza di innovazione culturale rispecchiano il problema più grande in città. Vogliamo combattere questa mancanza usando come mezzi l’arte e socialità. Ci impegniamo ad attivarci per riempire un po’ alla volta il vuoto che si è creato nelle nostre vite e ripartire: Ripartire da noi, dalla nostra cultura, dal nostro modo di vivere e indagare sulla nostra vita. Ripartire dall’arte per curare l’inettitudine sociale, per dare valore ad una città che deve solo essere vissuta.

 Vogliamo investire il nostro tempo nell’avvicinare i cittadini alla propria città, attraverso l’arte e l’incontro aperto in quegli spazi sempre in vista ma mai osservati da vicino, per riempire poco a poco il divario tra di noi e la realtà cittadina: reinterpretare situazioni e porzioni del territorio che versano in condizioni difficili per formare aggregazione e creare valore, un valore puro, sociale e concreto.

L’organizzazione di eventi legata alla commistione delle arti è il nostro pretesto per creare momenti d’interazione e socialità. CODE WAR vuole creare l’atmosfera adatta a fruire dell’arte nelle sue diverse forme. Il cittadino entra in una dimensione in cui spazi, luci, opere, installazioni e suoni favoriscono l’interazione tra i partecipanti: La partecipazione e la discussione delle idee devono giocare un ruolo centrale, rappresentando il nucleo dello sviluppo della nostra realtà culturale.

 

IMG_1127